La magnifica scopata con mia madre

La magnifica scopata con mia madre

Ero sempre stato molto legato a mia madre, il nostro rapporto fa invidia a molti, lei mi ha dato tutte le attenzioni del mondo, forse il fatto che sono figlio unico incide molto ma la verità è che a me piace essere l’unico a cui lei si dedica. Mio padre se ne è andato di casa un paio di settimane fa, aveva una relazione con una puttanella, mia madre ci ha sofferto molto, a volte la vedo piangere di nascosto e mi incazzo perché non posso farci nulla. Da quando lui non c’è, ha iniziato a darmi attenzioni diverse, molto simili a quelle che prima riservava a mio padre, mi prepara la vasca, mi consiglia cosa indossare e a volte entra in bagno senza bussare, fortunatamente non mi hai mai beccato completamente nudo. Questo cambiamento a me non dispiace, sono sempre stato geloso di lei, molte volte ho desiderato che mio padre non ci fosse per averla tutta per me e adesso che il desiderio di era avverato, avevo intenzione di godermelo. Mia madre è una bella donna, nonostante i suoi 48 anni ha un bel fisico ed è bella fornita, se non fosse stata mia madre me la sarei fatta tante volte, complice anche il fatto che si veste sempre in modo provocante. E’ assurdo come quell’idiota di mio padre abbia lasciato una donna così bella e sexy per una ragazzina bella nemmeno la metà di lei. Ieri sera sono tornata da palestra un po’ più tardi del solito, mia madre mi aspettava per la cena, le dissi di ordinare una pizza mentre mi facevo la doccia. Lei ne approfittò per offrirsi di prepararmi un bel bagno caldo, la pizza ci avrebbe messo un po’ ad arrivare. Non contestai, in effetti era quello di cui avevo bisogno, l’allenamento era stato più duro del solito; dopo circa dieci minuti andai in bagno, la vasca era piena e mamma era scesa al piano di sotto ad apparecchiare. Mi immersi, chiusi gli occhi e mi rilassai…Pensai a mia madre e al vestito che aveva addosso, cercavo di ricordarmi dove l’avessi già visto ma i pensieri si spostarono da quel dubbio ad un dettaglio: come le stava addosso. Era un vestito lungo e stretto che le fasciava perfettamente il corpo, il seno era in evidenza e le gambe molto scoperte, probabilmente quel pomeriggio era uscita e non si era cambiata. Continuai a pensare a quel vestito e a come le stava bene addosso, non mi resi conto che era passato un quarto d’ora, così mi alzai. In quel preciso momento mia madre entrò senza bussare per venirmi ad avvisare che la pizza era arrivata, la vidi guardarmi in modo strano, ero completamente nudo davanti a lei ma in fondo ero suo figlio e non si sarebbe dovuta scandalizzare. Seguii il suo sguardo e notai che il cazzo era in erezione, i pensieri che avevo fatto prima su di lei mi avevano fatto eccitare e non me ne ero accorto. Misi una mano davanti al mio cazzo e mi scusai, lei sorrise e mi chiese a cosa stessi pensando, le dissi la verità. “Al tuo vestito, cercavo di ricordarmi quando lo avevi indossato l’ultima volta…Non credevo di poter avere qualche reazione…” “Così mi trovi eccitante?” “Sei una bella donna mamma…” La vidi avvicinarsi lentamente verso di me, tolse la mia mano dal cazzo in erezione e lo prese nella sua. “Che fai mamm…” Non riuscii a finire la frase che lo prese in bocca, chiusi gli occhi per la bellissima sensazione che stavo provando, era mia madre ed era sbagliato ma l’avevo sempre desiderata. Me lo leccò in tutta la sua lunghezza, poi mi guardò negli occhi. “Cosa ne dici di far godere tua madre? Sei in grado?” La sua era una sfida, nei suoi occhi vedevo la voglia di godere, aspettava che io facessi qualcosa, ero troppo eccitato; misi una mano dietro la sua testa e la spinsi di nuovo sul mio cazzo, lo prese tutto in bocca, la scopai. Succhiò la cappella, leccò le palle e mi fece un pompino…Ci sapeva fare. La feci alzare da terra, le tolsi quel vestito, scoprendo che sotto non portava niente, chissà con chi era stata. Il pensiero che si fosse fatta scopare da qualcuno mi fece rabbia, la presi di forza e le penetrai la fica, sbattendola contro il muro. Si aggrappò a me, davo colpi da sotto, lei gemeva e godeva, mi leccava il collo e l’orecchio, stuzzicava i capezzoli del petto e mi pregava di fare più forte. Stavo facendo sesso con mia madre, il pensiero mi mandava fuori di testa, volevo darci dentro e farle vedere come scopava suo figlio…La feci girare faccia a muro e piegare a novanta gradi, glielo infilai tutto nel culo, la trovai già larga, chissà quante volte mio padre glie lo aveva sfondato. La tenni ferma per le spalle e la scopai forte, mi supplicò di farla venire, così lo tirai fuori e glie lo rimisi nella fica sempre da dietro, mi mossi dentro di lei con tutta la forza che avevo in corpo fino a farle raggiungere un orgasmo esplosivo. Sentivo il cazzo pieno dei suoi umori, lo tirai fuori, lei si mise in ginocchio e me lo leccò, lo mise in mezzo al suo seno e strinse quest’ultimo con le mani. Mi mossi avanti e indietro velocemente, la cappella le entrava in bocca ad ogni movimento, vedere mia madre in quel modo mi fece scattare qualcosa dentro, stavo per venire, così la presi nuovamente da dietro e la penetrai nel culo, diedi colpi veloci fino ad esplodere dentro di lei, riempendola del mio sperma. Cercavo di riprendere fiato, il mio cazzo stava lentamente tornando moscio, mia madre se ne accorse e si piegò nuovamente per prenderlo in bocca, lo voleva ancora, non ne era sazia. Dopo qualche minuto di pompino, tornò nuovamente in tiro, si fermò e mi guardò negli occhi. “Scopi meglio di tuo padre…Ora che non c’è, sarai tu a farmi godere” Da quella sera io e mia madre scopiamo quasi tutte le sere, non ci preoccupiamo della morale, il nostro è sempre stato un rapporto speciale.

offerto: da

FavoriteLoadingAggiungi ai tuoi preferiti
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. .


Online porn video at mobile phone


"racconti xxx""racconti pompino"zoofilia"racconti sexy""scopare la suocera""vecchia pompinara""seghe con i piedi""incesto racconto"milunuda"racconti erotici reali""storie fetish"raccontimilù"racconti porno stupro""a69 racconti"incesti"racconti erotici.com""storie hard""racconti anal""racconti anale""scopata nel sonno""incesti lesbo""racconti erorici""racconti erotici trio""porno cugini""cazzo scappellato""racconti di milù""racconti porno coppie""racconti eccitanti""racconti erotici veri""racconti a69""troie milf""racconti erotici dottoressa""pompino suocera""racconti erotici cacca""racconti strapon""racconti erotici gay & bisex""mamma incesto""racconti etotici""porno ginecologo""racconti erotici incinta"esibizioniste"leccare seno""cazzoni enormi""ho scopato mia suocera""racconti erotici pompini""racconti primo pompino""storie fetish""pegging racconti""racconti erotici etero""scambio moglie""mogli con neri""sex racconti""moglie puttana racconti""racconti hot gay""racconti erotici sorella""racconti porno mamme""scopate in casa""www.racconti erotici""porno guardone"autopompino"racconti erotici trans""racconti erotici fidanzata""le tette di mia moglie""moglie porca""storie hot""racconti erotici madre e figlio""racconti rrotici""racconti erotici bdsm""seghe e pompini""scopata in tre""racconti porno violenza""porno racconti erotici""racconti eroyici""mi scopo la zia""piedini da leccare""racconti incesti""incesti anali""racconto scopata""scopo mia moglie""racconti suocera""storie di sesso con animali""racc ero"