Giulia e il portiere d’ albergo

Giulia e il portiere d’ albergo

Spread the love

Squilla il telefono e’ la Vanessa che mi cerca, ci diamo appuntamento
al bar Oasi di Corso Piemonte, sono quindici giorni che lo frequento
da quando mi sono svegliato nel corpo di Giulia, il locale e’ carino, tavolini
all’ aperto, una sala da biliardo che adoro e poi fa ottimi cocktail e aperitivi
– Ciao maschiaccio – mi saluta la Vanessa avvicinandosi al tavolo verde dove
ero intenta a fare una partita con in palio una birra.
– Eccoti, finito per oggi – le domando
– Si ora ho voglia di un aperitivo e ti faccio notare che stai mostrando le tette
ai tre vecchietti che giocano a carte e il sedere ai tuoi giovanotti al bancone –
Tiro il colpo di stecca e mi sollevo e sussurro – Lo so mi sono accorta che mi guardano
sono giorni che vengo qui e non ho mai pagato un solo drink –
– Che stronza – mi risponde divertita
– Cmq potresti vestirti un po’ meglio, cosi mi sembri uno scaricatore di porto –
Ma cosa ci sara’ con non va nel mio vestire, oggi mi sono messa un pantalone nero
con i tasconi e una camicia di jeans e le nike Air Max fuxia ai piedi, mi sembravo
abbastanza sexy, mi sono fatta pure la coda di cavallo.
Finisco la partita e andiamo ai tavolini, vedo che Vanessa fa girare tutti, facile
indossa un tubino verde acqua aderente sopra un giacchino lilla, delle calze a rete bianche
e le scarpe aperte in punta abbinate al vestito, ci sediamo e aspettiamo il cameriere
– E’ ora che cominci a vestirti meglio Giulia –
– Lo so mi ci devo mettere di impegno, ma mi piace essere comoda non e’ facile per me –
– Siedi bene non incrociare le gambe accavallale come faccio io – mi riprende
– Va bene maestra – le rispondo e accavallo le gambe
– Buonasera signore – ci saluta il titolare del bar
– Mario, ti presento la mia amica Vanessa – dopo le presentazioni ordiniamo i ns apertivi
– Carino come bar non ero mai stata qui sai, anche se vedo che sono quasi tutti uomini e non
troppo giovani – osserva la Vanessa
– Verissimo ma stiamo cercando di far conoscere il locale anche ai piu’ giovani – risponde
Mario arrivato a portare i bicchieri e stuzzichini –
– Grazie , cosa le devo ? – chiede Vanessa
– Nulla offre la casa, una amica della Giulia e’ sempre la benvenuta – risponde e torna a servire
– Grande Mario – gli dico e gli faccio l’ occhiolino
– Ma che fai, davvero vieni qui a farti fissare per non pagare –
– Si, essere bionda alta e bella ha anche i suoi vantaggi –
– Mi correggo non sei una stronza, sei una troia – esclama divertita la Vanessa
Ci beviamo il drink ne prendiamo un altro gentilmente offerto da un signore sulla sessantina
e poi salutando tutti gli avventori del bar verso le 19.30
– Mario ti sistemo la Giulia vedi domani come si presenta – dice la Vanessa prima di uscire
Siamo quasi a casa quando squilla il telefono alla Vane e’ il portiere dell’ albergo dove eravamo state a cena, vuole vederla per discutere di una possibile cena e dopocena
– Arrivo subito, quanta fretta – dice al telefono prima di finire la telefonata
– Che cazzo proprio stasera doveva rompere questo, vieni con me Giulia o vai a casa ? –
– Ti accompagno nessun problema –
Nemmeno 30 minuti e siamo nella hall dell’albergo, troviamo il portiere discute in disparte con la Vanessa e le propone un lavoro interessante ma solo che prima vuole una mancia
– Bastardo mi da il lavoro ma dobbiamo passare la notte con lui –
– Cosa centro io ? – chiedo allibita
– Ti ha vista l’ altra volta e non ti ha dimenticata, hai fatto colpo si vede –
– Allora cosa avete deciso, ho altre donne da sentire – chiede arrogante il portiere
– Ok Accettiamo – rispondo decisa
– Perfetto allora seguitemi mie care – e ci conduce all’ ascensore e poi al decimo piano
entriamo in una suite dove troviamo un ragazzino di 17/18 anni di nome Luciano, il nipote
del portiere, biondo, alto circa 190 cm magrissimo che ci saluta
– Partecipa anche lui alla serata, iniziate a spogliarvi – ci dice secco il portiere
– Non erano questi gli accordi pero’ – sottolinea la Vanessa mentre si leva il vestito
– Vi assicuro una serata con dei russi a scatola chiusa se mi sverginate mio nipote –
– Ecco cosi’ si ragiona – ribatte Vanessa mentre si slaccia il reggiseno
Io intanto mi sono spogliata e sono rimasta con solo le mutandine, stessa cosa fa Luciano che mi si avvicina e inizia a toccarmi i seni, cavoli mi sento piccola vicino a questo ragazzino, Vanessa
ha gia’ in bocca il cazzo del portiere che mugugna dal piacere
– Mi fai un pompino ? – mi chiede a bassa voce il ragazzo
– Ovvio sono gli accordi – che risposta stupida gli do penso poi mi abbasso e inizio a leccargli
le palle poi salgo verso la cappella e dopo un po’ di sali e scendi la ingoio e la succhio
Il portiere urla come un porco e viene quasi subito in bocca alla Vanessa, io anche se
meno pratica ci metto qualche secondo in piu poi vengo ricoperta dalla sborra di Luca
– Che bocchinare che siete, adesso ripulite tra voi noi ci godiamo lo spettacolo –
Vanessa ha ancora in bocca lo sperma mi si avvicina e mi bacia e mi passa saliva e sperma, che schifo l’ ho sempre visto fare ma mai avrei pensato che mi essere costretta a farlo, lo mando giu’
a fatica, tossisco ma non rimetto, mentre Vanessa mi lecca e ripulisce del seme di Luciano
– Visto che troie che sono mio caro nipote –
– Cazzo quanto e’ stronzo questo – sussurro a Vanessa mentre ci abbracciamo
– Non ci pensare e goditi la serata – mi tranquillizza tra un bacio e l’ altro
I due si mettono sul letto, hanno gia’ i cazzi dritti, il portiere un cazzo nodoso e tutto peloso,
il nipote ha il cazzo depilato, sui 19 cm ; ci leviamo le mutandine e ci mettiamo a cavalcioni
e iniziamo a muoverci. A me e’ toccato il portiere che subito ma preso a strizzarmi le tette
– Fai piu’ piano cosi’ mi fai male – mi lamento
– Non fare la santarellina le ho appena toccate – e le stringe ancora piu’ forte
Vanessa si sta scopando Luciano, salta su e giu’ sul suo cazzone e sembra prenderci gusto
si tocca i capezzoli e poi i capelli come una ossessa, pochi minuti il portiere mi fa alzare
inizio a succhiarli il cazzo e mi viene copiosamente in bocca, che brutta sensazione ho tua
la gola piena del suo sperma e dei peli delle sue palle
– Che scopata, sei proprio brava stangona – mi dice alzandosi e dandomi una sberla sulle chiappe
– Ora mi tocca andare al lavoro ma voi restate con mio nipote e soddisfate ogni suo desiderio –
– Fatti onore Luciano scopale anche per me –
– Certo zio non ti deludero’ – risponde orgoglioso Luciano mentre Vanessa gli massaggia le palle
– Buona continuazione, con voi ci vediamo domani alle 07.00 nella hall – saluta e se ne va
– Cazzo mi sono mangiata meta’ dei sui peli pubici – dico mentre mi bevo un bicchiere d’ acqua
– Poi ti spiego un trucco ma ora vieni qui a letto –
Subito mi stendo alla destra di Luciano e con Vanessa alla sua sinistra ci dedichiamo al suo pisellone e alle sue palle alternandoci con lente succhiate e interminabili baci
– Vi prego non fatemi venire vi voglio scopare – supplica Luciano
Vanessa si gira sul fianco gli afferra il cazzo e se lo infilo tra le gambe, il ragazzino senza
perdere tempo inizia a scoparla incitato dai sui urletti di piacere in modo sempre piu’ frenetico
– Gente non sono qui per fare la spettatrice – dico ironica e subito vengo accontentata, Luciano
si stacca dalla Vanessa mi fa girare e mi penetra immediatamente, che bella sensazione essere
scopata questa cosa prima mi mancava, mi scopa per 5 minuti poi si blocca
– Cosa hai tesoro ? – chiedo perplessa, cazzo vedi che adesso mi viene ancora dentro penso
– Sei gia’ stufo di scoparci ? – lo stuzzica la Vanessa
– Mi date il culo ? – domanda con la faccia da furbetto Luciano
– Tuo zio ci ha chiesto di farti divertire quindi non possiamo dirti di no – con tono serio gli rispondo
Non finisco la frase che sento la cappella di Luciano aprirmi il buchetto, fortuna che non e’ troppa
grossa e senza darmi troppo fastidio mi penetra nelle carni, un attimo di assestamento e da un altro
colpo e sento le sue palle con le mie natiche
– Che culo fantastico – mi dice teneramente mentre inizia a muoversi dentro e fuori
Mi scopa sempre piu’ forte poi si sfila e comincia a scopare nel culo la Vanessa che come una porca
continua a urlare e mugugnare, devo ancora imparare tanto penso mentre la osservo
Ci scopa il culo per un ora in piu’ posizioni sembra inesauribile, io ho perso la sensibilita’ del mio
sederino da un pezzo, la Vanessa sta vacillando quando si mette in piedi e ci svuota le palle sui nostri visi.
– Che nottata grazie mille ragazze – esclama euforico
– Posso fare una foto con voi o nessuno credera’ alla mia storia –
– Figurati scatta pure – prendi pure il cellulare e falla, cosi ha fatto selfie con noi due a carponi con le mani ad aprirci le chiappe e lui in mezzo sorridente
– Vediamo come sono venuta – chiedo curiosa
– Non guardare o ti spaventi – dice scherzando la Vanessa guardando il selfie
– Il cazzo del nostro amico ci ha sfondate, non e’ un bel vedere – continua Vanessa mentre bacia
Luciano che si sta gia’ rivestendo in tutta fretta
– Grazie di tutto, io vado voi potete restare fino a domattina –
– E’ stato un piacere – gli rispondo, lo abbraccio e lo bacio mentre esce dalla porta
– Ragazzo simpatico e molto fortunato – dice divertita la Vanessa mentre va in bagno per una doccia
– Pure educato ma mi ha aperto di nuovo il culo – le rispondo mentre la raggiungo per rinfrescarmi
il viso e pulirmi dagli ultimi schizzi
– Guarda che danno … – le mostro le chiappe aprendole con le mani
– Giulia benvenuta nel club dei culi rotti – scherza Vanessa mostrando anche lei il suo sedere forse
piu’ aperto del mio, ci facciamo due risate e poi ci mettiamo a letto per il meritato riposo.
FavoriteLoadingAggiungi ai tuoi preferiti
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. .



"tettone in spiaggia""ho scopato mia suocera""acconti erotici""racconti erotici.it""travestiti inculati""sorella porca""racconti saffici""storie bondage""racconti gangbang""racconti amatoriali""racconti veri sesso""storie hard"moglieporca"storie erotiche tradimenti""racconti erotici professoressa""racconti eccitanti""racconti hot gay""storie porno gay""storie di sesso con animali""racconti erotici estetista""tradimento porno""moglie abusata""abusi porno""sesso tra parenti""racconti erotici storie di sesso incesto""incesti veri""mamma sega figlio""racconti di scambisti""racconti di mogli puttane""nudisti sesso""sesso madre figlio""racconti erotici sesso in famiglia""mamma pompinara"raccontivietati"cum control""racconti erotici vacanza""amica porca""racconti erotici moglie""racconti erotici prime esperienze""storie di incesto""porno racconti""racconti gay hard""incula la moglie"racconti69"scopata dal ginecologo""annunci incesto""racconti gay zio""racc ero""sesso con mia sorella""scopata in tre""storie hard""racconti di pompini""raconti gay""sculacciate racconti""porno racconti erotici""racconti di orge""mia moglie nuda""aprimi il culo""racconti erotici cani""racconti erotici mamme""cazzi esagerati""racconti hard veri""racconti gay 69""racconti erotici cornuti""racconti mogli esibizioniste""racconti porno gay gratis""zia hard"esibizioniste"racconti erotici mutandine""sesso con sorella""racconti erotici supposte""racconti gay sesso""uomini che si inculano""lui lecca lei""www.racconti erotici""sesso con la suocera""sesso con la zia""sesso tra donne"